Umberto CrisantiCBT, Counselling and Psychotherapy in Canterbury

Pagina in construzione

Sono uno Psicologo, uno Psicoterapeuta, un Supervisore (legalmente riconosciuto da BABCP) ed un ricercatore indipendente.

Mi sono laureato a Palermo, presso l'Universita' degli Studi di Palermo con una valutazione di 110 e lode.

Ho conseguito la qualifica di:
-Psicoterapeuta Cognitivo Costruttivista in Italia
-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale in Inghilterra.

Ho lavorato in Italia privatamente e ho svolto tirocinio a Villa Serena, esperienza che mi ha permesso di sviluppare un'espistemologia rogersiana basata sulla premessa che l’essere umano sia un organismo degno di fiducia, capace di valutare la situazione interna ed esterna, di comprendere se stesso nei propri contenuti, di fare delle scelte essenziali riguardo ai successivi passi nella vita e di agire in base a queste scelte.

2 Motivi per preferire un terapeuta italiano che vive all'estero

1) Colludere con la propria cultura.
Essere radicato in una cultura puo' anche essere parte del problema. Noi non siamo la nostra cultura, ma la nostra cultura puo' diventare ciò che facciamo, sentiamo e pensiamo. Per esempio, il non essere consapevole dell' etica protestante del lavoro o etica calvinista del lavoro, e non risolvere i conflitti che ne emergono, puo' condurre un cliente anglosassone ad uno stile di vita condizionato da pressioni storiche culturali, piuttosto che dai veri lavori della persona. Oppure, un cliente cattolico, puo' essere condizionato da quella che in Inghilterra viene chiamata 'Catholic guilt', caratterizzata anche da sensi di angoscia.

2) Mancanza di supervisione.
Purtroppo, e mi dispiace dirlo, in molte regioni d'Italia (o forse tutte), i terapeuti non hanno, a differenza dell'Inghilterra, l'obbligo della supervisione mensile. La psicoterapia non e' solo utile in ottica di crescita professionale nel percorso di formazione di un terapeuta, ma e' uno strumento essenziale per ogni professionista che sebbene ben qualificato, vuole capire meglio la terapia, sia quando si trova a suo agio che quando cerca una prospettiva diversa per capire come muoversi. Sebbene il concetto sia ovvio, in Italia, non vi e' obbligo di supervisione.


click
©2021 Umberto Crisanti is powered by WebHealer
Cookies are set by this site. To decline them or find out more visit our cookie page